Se Firefox non si avvia più su Windows XP

Improvvisamente Firefox non si avvia più. Eseguire

start -> esegui -> firefox.exe -p

creando un nuovo profilo non migliora la situazione, disinstallare e reinstallare Firefox, pulendo anche il registro di sistema con apposite utility, non sortisce alcun effetto benefico.

La soluzione non è simpatica ma esiste, e funziona. Non è simpatica, perché perderemo tutte le personalizzazioni di Firefox come preferiti, estensioni, password salvate, ecc., però a quanto ho potuto vedere googlando il problema, occorsomi recentemente sull’XP che tengo virtualizzato più come feticcio che per reale bisogno, è l’unica maniera possibile.

Anzi no. Diciamo che è l’unica maniera che per me ha funzionato, poiché ogni soluzione trovata via Google come ho già detto si è rivelata inefficace.

1) scaricare Revo Uninstaller

2) installarlo, avviarlo, fare doppio click sull’icona di Firefox e acconsentire alla sua disinstallazione. Selezionare il metodo di rimozione avanzato e cliccare sempre su avanti, si avvierà il disinstallatore di Firefox, rimuovere tutto barrando la casella per rimuovere anche le impostazioni, quando il disinstallatore di Firefox ha terminato Revo Uninstaller tornerà in primo piano, cliccate su “Avanti”, appare la lista dei file spazzatura lasciati da Firefox, cliccate su “Seleziona tutto” e poi su “Cancella”, confermate e poi cliccate ancora su “Avanti”, se vedete una seconda lista di oggetti rimuoveteli come prima, alla fine del processo chiudete Revo Uinstaller

3) Abilitate la visualizzazione dei file nascosti e cancellate tutto il contenuto della cartella

C:\Documents and Settings\user\Dati applicazioni\Mozilla\Firefox

dove “user” è il vostro nome utente di XP

Adesso potete reinstallare Firefox. Sinceramente non so se è necessario riavviare il pc, prima. Io l’ho fatto. Se avete eseguito tutto correttamente, avrete un Firefox “base” ma perfettamente funzionante.

Annunci

Usare Linux per rimuovere virus su Windows

Quando avete un sistema Windows che a causa di virus non si avvia oppure non è stabile, impedendo così l’esecuzione di scansioni antivirus, è possibile appoggiarsi a Linux per eseguire una approfondita scansione antivirus con clamav¹.

Ad esempio ho sottomano un XP HE SP1 che si riavvia da solo, e non per problemi hardware, rendendo impossibile accedere al sistema per più di qualche decina di secondi alla volta.

Alla fine ho deciso di avviare quel pc con una linux live (knoppix) e copiare tutto il disco C su un hard disk esterno, che ho poi collegato a un pc Linux (in effetti vi ho riversato il backup), eseguendo infine:

acp@mantra:~$ sudo clamscan -ri /home/acp/clienti/backup_clienti/backup_consam

…e i risultati sono stati…. “positivi” 🙂

/home/acp/clienti/backup_clienti/backup_consam/WINDOWS/system32/hjgruiqofybwwo.dll: Trojan.Buzus-5500 FOUND
/home/acp/clienti/backup_clienti/backup_consam/Documents and Settings/nunzio/Impostazioni locali/Apps/2.0/R4QPG9Q3.3EN/ADK8OYP5.GJH/netv..tion_6cb8f1ea2755b88d_0002.0000_62daaaf1b7720d4c/NETVISION.exe: Dialer-742 FOUND (ecc…)

¹ al link info per l’installazione e l’aggiornamento di clamav

Cercare file per nome o per estensione via terminale

Con il comando find è possibile eseguire ricerche sui file da terminale.

per nome

find / -name curriculum.doc

cercherà il file curriculum.doc in tutto il filesystem visto che come path si è inserito / (root)

per estensione

find /home/nome_utente/music -name *.pls

cercherà i file .pls (playlist) nella cartella musica dell’utente (percorso che si può abbreviare con ~/music, in pratica ~/ equivale a /home/nome_utente)

ovviamente con find è possibile fare un mucchio di altre cose, ad esempio cercare file in base alla grandezza con l’ozpione -size

maggiore di X

find / -size +1G

cercherà tutti i file con dimensione superiore a 1Gb in tutto il filesystem

Le convenzioni per l’opzione -size sono: b (blocchi da 512 byte), c (byte), k (kilobyte), M (megabyte), G (gigabyte)

Stasera per esempio non trovando più il mio preziosissimo file di testo appunti_linux.odt mi è bastato dare
find ~/ -name *linux*
per ritrovarlo all’istante

Ovviamente find è molto più potente e flessibile di qualsiasi interfaccia grafica (e di quanto descritto qui) per cui imparare a usarlo può essere molto utile 😉