Etichettato: debian

ZorinOS, Ubuntu ha messo le ali

logo

In circolazione dal 2014 questa affidabile e leggera distro Ubuntu based si caratterizza per velocità e leggerezza, qualità che la rendono perfetta per tutti i PC, anche i più datati.

Zorin OS è adatta ai principianti come agli utenti più smaliziati, la dotazione software è coerente con le varie versioni disponibili e generalmente più che soddisfacente.

Per ottenere il massimo in termini di prestazioni è consigliabile disattivare gli effetti grafici, comunque mai troppo pesanti nella configurazione di default (installazione di Zorin OS 10 64 Bit su Cpu Core 2 Duo @ 2,4 Ghz, 4 Gb RAM DDR3, 256 Mb nVidia Graphic Card).

Alle due alternative free (Lite e Core) disponibili nelle versioni 9 e 10 -basate rispettivamente su Ubuntu 15.04 (Vivid Vervet) e Ubuntu 15.10 (Wily Werewolf)– si aggiungono Educational (32 Bit e 64 Bit) e Educational Lite (solo a 32 Bit) disponibili però solo nella versione 9.

Completano l’offerta due versioni a pagamento studiate per il business, Zorin OS 9 Business (32 Bit e 64 Bit) a €8,99 e  Zorin OS 9 Ultimate (32 Bit e 64 Bit) a €9,99.

In definitiva la distro ideale per gli amanti di Ubuntu e della velocità!

Per approfondimenti, dettagli tecnici, specifiche e altro, ecco una selezione di link che riguardano GNU/Linux Zorin OS:

# Pagina Ufficiale

# Zorin OS su Distro Watch

# Zorin OS sul Wiki di Ubuntu

Ubuntu: come impostare un IP statico via terminale su connessione Ethernet

Per impostare un IP statico in Ubuntu (e, pur non usandole, suppongo tutte le distro basate su Debian, inclusa ovviamente quest’ultima) occorre modificare il file /etc/network/interfaces.

Per prima cosa creiamo una copia del file originale:

sudo cp /etc/network/interfaces /etc/network/interfaces.old

Adesso possiamo modificare il contenuto del file. L’esempio che segue è basato su una rete con IP range del tipo 192.168.0.x e ho inserito all’inizio il contenuto del file interfaces originale:

sudo nano /etc/network/interfaces

## FILE ORIGINALE

# This file describes the network interfaces available on your system
# and how to activate them. For more information, see interfaces(5).

# The loopback network interface
auto lo
iface lo inet loopback

# The primary network interface
auto eth0
iface eth0 inet dhcp

##

Ed ecco come va modificato:

# This file describes the network interfaces available on your system
# and how to activate them. For more information, see interfaces(5).

# The loopback network interface
auto lo
iface lo inet loopback

# The primary network interface
auto eth0
iface eth0 inet static
address 192.168.0.199
netmask 255.255.255.0
network 192.168.0.0
broadcast 192.168.0.255
gateway 192.168.0.1
dns-nameserver 208.67.222.222 212.216.112.112

##

In pratica basta sostituire dhcp con static e aggiungere manualmente i valori address (l’IP del computer), netmask, network (il range di rete con ultimo valore 0), broadcast, gateway (l’IP del router) e dns-nameserver (gli IP dei server DNS)

Una volta salvato il file riavviamo il servizio di rete con:

sudo /etc/init.d/networking restart

E il gioco è fatto…